Lo scopo del sito


Lo scopo del sito è quello di estendere il concetto di salute alla più vasta parte della popolazione, attraverso un percorso basato sull’informazione e la comunicazione: promuovere e favorire la salute per mezzo della realizzazione di progetti di educazione alla salute e prevenzione delle patologie otropediche, neurologiche in ogni contesto sociale.


Leggi tutto

Cosa è un ortesi


Un ortesi è un apparecchio che si applica esternamente all’apparato locomotore per migliorare o per restituire una funzione del sistema muscoloscheletrico o nervoso. Le ortesi vengono utilizzate da: Pazienti che hanno subito traumi, incidenti sportivi o che hanno patologie occupazionali.Pazienti che hanno problemi neurologici come ischemie o emorragie cerebrali, sclerosi multipla, paralisi cerebrali, lesioni della colonna, danni del sistema nervoso periferico. 


Leggi tutto

Cosa è un plantare


L’ortesi plantare è un dispositivo medico realizzato interamente su misura che, deve rispondere a più necessità: da un lato correggere e/o compensare una problematica e dall’altra essere ben tollerata dal paziente risultando perciò leggera e soprattutto capace di migliorare la qualità della nostra vita. Pertanto un paio di plantari su misura, per essere tali, non potranno essere uguali a un altro soggetto perché diversi per anatomia, per problematica, per età, per sudorazione, peso etc.


Leggi tutto

Cosa è un tutore


Il tutore è apparecchio usato per contenere e sostenere il rachide o segmenti corporei funzionalmente insufficienti in una determinata posizione o a mantenere correzioni di deformità scheletriche ottenute con trattamenti ortopedici o chirurgici, finalizzata al supporto di “funzionalità statica e dinamica”, ovvero sia la geometria sia i materiali che lo compongono sono studiati e dimensionati per sopportare le sollecitazioni meccaniche.


Leggi tutto

Chi è il Tecnico Ortopedico


Il tecnico ortopedico costruisce, usando materiali e/o semilavorati, innumerevoli dispositivi cosiddetti "su misura", cioè personalizzati su ogni singolo paziente, è un po' come andare dal sarto, parallelo importante perché la moderna tecnica ortopedica si preoccupa anche dell'aspetto estetico dei dispositivi, siano essi scarpe che protesi o busti.


Leggi tutto

Corso per Tecnici Ortopedici


I laureati in tecniche ortopediche sono, ai sensi della legge del 10 agosto 2000, n.251, articolo 3 comma 1, operatori delle professioni sanitarie dell’area tecnico-diagnostica e dell’area tecnica assistenziale che svolge, con autonomia professionale, le procedure tecniche necessarie alla esecuzione di metodiche diagnostiche su materiali biologici o sulla persona, ovvero attività tecnico assistenziale.


Leggi tutto

Cosa è un ausilio


Sono apparecchi costruiti per facilitare la deambulazione in pazienti disabili, in pazienti che iniziano il carico dopo interventi chirurgici sugli arti inferiori o in pazienti portatori di apparecchi gessati o tutori per lesioni traumatiche, ai quali è proibito il carico diretto sull’arto. La definizione internazionale di ausilio è “ qualsiasi prodotto o sistema tecnologico di produzione specifica o in commercio, usato prevenire, eliminare, compensare e alleviare un handicap”.


Leggi tutto

L'importanza della calzatura


La calzatura è uno strumento inventato dall’uomo al fine di proteggere il piede dal freddo e dalle innumerevoli controversie che presenta il terreno. La scarpa deve essere uno strumento del cammino e per far si che sia idoneo, non deve salire, scendere o ruotare ma deve esserci uno stretto rapporto con il retropiede ma allo stesso tempo deve lasciare libertà alle dita.


Leggi tutto

Lo scopo del sito è quello di estendere il concetto di salute alla più vasta parte della popolazione, attraverso un percorso basato sull’informazione e la comunicazione: promuovere e favorire la salute per mezzo della realizzazione di progetti di educazione alla salute e prevenzione delle patologie otropediche, neurologiche in ogni contesto sociale..

L’idea nasce per la voglia e la necessità di fare un po’ di chiarezza sulla professione del Tecnico Ortopedico , ma che possa chiarire e anche far avvicinare tutti coloro che vogliono saperne di più come persona informata in materia (dal paziente allo sportivo) o anche quelle categorie che sono correlate e molto spesso come giusto che sia lavorano in equipe con il T.O come gli ortopedici, i fisiatri, i neurologi, i radiologi, i terapisti occupazionali, i fisioterapisti e via dicendo. Tecnico-ortopedico.it vuole essere anche un punto d’incontro tra paziente ed aziende

Le nozioni contenute in questo sito e quelle ottenute dalle risposte dei nostri esperti non possono essere utilizzate a scopo terapeutico e/o curativo da personale non abilitato alla professione medica e chirurgica secondo le leggi dello Stato Italiano.

Per doverosa informazione si ricorda che in ogni caso i consigli ed i suggerimenti ottenuti da questo sito e dai consulti via E-mail non possono prescindere da una visita medica, che rappresenta il solo strumento diagnostico per una corretta terapia. Infatti l’intento è quello di incoraggiare i pazienti a consultare precocemente il medico qualora insorgessero alcuni dei problemi descritti, con atteggiamento attivo e informato.

In nessun modo tecnico-ortopedico.it ed il suo Staff sono responsabili per l'uso incorretto e/o illegale delle informazioni contenute o generate da questo sito.

Il tecnico ortopedico costruisce, usando materiali e/o semilavorati, innumerevoli dispositivi cosiddetti "su misura", cioè personalizzati su ogni singolo paziente, è un po' come andare dal sarto, parallelo importante perché la moderna tecnica ortopedica si preoccupa anche dell'aspetto estetico dei dispositivi, siano essi scarpe che protesi o busti, essi vengono costruiti per la funzione a cui sono adibiti ma anche con un occhio di riguardo a quella che e' la comodità e l'immagine della persona "costretta" a portarli, per il proprio bene.

Questi dispositivi sono: Plantari, Rialzi, Calzature su Misura, Tutori di arto inferiore o superiore, Protesi di arto inferiore o superiore, Busti rigidi, Corsetti.Il tecnico ortopedico adatta o personalizza, dei dispositivi predisposti dalle grandi industrie sul singolo paziente e lo addestra all'uso e alla manutenzione. Busti o Tutori predisposti, Carrozzelle, Deambulatori...

Il tecnico ortopedico e' consulente e informatore, per l'utilizzo di dispositivi medicali o elettromedicali costruiti in serie e venduti tramite il proprio negozio di sanitaria, scegliendo opportunamente i marchi e i modelli che presentano delle indubbie qualita', sia a livello progettuale che di materiali per un utilizzo professionale e conforme alle norme.

Il tecnico ortopedico come altre professioni sanitarie agisce per una serie di atti ”dietro prescrizione medica” come previsto dall’art.1 del Decreto del Ministero della Sanità 14 settembre 1994 n.665. Il rapporto tra il medico e il tecnico ortopedico è quindi mediato dalla prescrizione medica. Una volta avuta la prescrizione, il tecnico ortopedico sviluppa la sua autonomia in relazione alla prestazione professionale richiesta.

Il ruolo del tecnico ortopedico oggi è il risultato di una antica e prestigiosa tradizione artigianale, particolare impulso fu dato a seguito della prima guerra mondiale con il rientro di tanti combattenti menomati ai quali occorreva dare una nuova opportunità per reinserirsi nel sociale e nell'ambiente di lavoro.

La fantasia e la capacita' degli Italiani di lavorare artigianalmente, in collaborazione con le indicazioni dei medici prescrittori, ha permesso di "inventare", "adattare", "costruire", delle protesi (che sostituiscono una parte mancante del corpo) o delle ortesi (ausili che agevolano determinate funzioni del corpo umano).

Se il passato e' stato quasi esclusivamente intervenire per poter far di nuovo camminare o sciare una persona senza arto/i inferiore, se il passato ha permesso di far operare persone sul computer anche se privi degli arti superiori, il futuro oltre a tutelare alla comunità tutto questo e', e sarà anche PREVENZIONE, affinchè il manifestarsi o il peggiorare delle patologie venga bloccato o addirittura evitato con l'ausilio di dispositivi e di informazione preventiva e curativa, anche grazie all'ausilio della nuova tecnologia, ampiamente usata in questo settore, per una superiore qualita' della vita di Abili e Disabili, Anziani e Bambini.

Il grande sviluppo dell’attività avrà però un lungo cammino professionale e normativo. Con un regio decreto del 1928 viene riconosciuta l'arte sanitaria ausiliaria del "meccanico ortopedico ernista" e previsti i corsi di formazione professionale; solo nel 1994 viene individuata la figura del "Tecnico ortopedico" e nel 1996 approvato l'ordinamento didattico dei corsi di Diploma Universitario che durano 3 anni + circa 3000 ore di laboratorio. Oggi sono circa 1500 i Tecnici Ortopedici che operano attraverso 600 strutture sul territorio nazionale. Si è iniziato con la pubblicazione del profilo professionale della riforma operata con il D.Lgs. 502/1992. Il Ministero della Salute ha recepito tale atto con il D.M. del 14 settembre del 1994, n.665 (regolamento che individua la figura e il relativo profilo professionale del tecnico ortopedico).

AGGIUNGI

ORTOPEDIA

Non siete ancora presenti sui nostri portali? Affrettatevi mancate solo voi...

Se volete inserire la vostra ortopedia e/o sanitaria nella vostra regione di appartenenza, vi invitiamo a mandarci un email al nostro indirizzo di riferimento.

info@tecnico-ortopedico.it

Aggiungi

Aggiungi

Partner

 

Se volete inserire il vostro marchio in home page, e presentare i vostri prodotti vi invitiamo a mandarci un email al nostro indirizzo info@tecnico-ortopedico.it

Aggiungi

Aggiungi

Ortopedia

 

Se volete inserire la vostra azienda ortopedica nella regione di appartenenza, vi invitiamo a mandarci un email all'indirizzo info@tecnico-ortopedico.it

 

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Cliccando su ok o proseguendo la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni.

  Accetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information